Martedì 14 Dicembre 2010

Germania/ Bimbi abusati in collegi dopoguerra, governo vara fondo

Roma, 14 dic. (Apcom) - Il governo tedesco ha creato un fondo da 120 milioni di euro per risarcire le vittime di abusi e violenze negli orfanotrofi della Germania del dopoguerra. Il fondo è stato istituito al termine di due anni di lavori della cosiddetta "Runder Tisch Heimerziehung" (la tavola rotonda sulle 'case di accoglienza') e dovrà servire per garantire alle vittime assistenza psicologica e terapeutica, nonché economica per particolari situazioni sociali. Di questo denaro, circa 20 milioni di euro sono destinati a un fondo pensioni, gli altri 100 costituiranno un fondo di compensazione per le conseguenze dei traumi subiti. Il ministro della Giustizia, Sabine Leutheusser-Schnarrenberger, si è detta soddisfatta dei risultati conseguiti, mentre le vittime hanno espresso la loro assoluta delusione e denunciano di "sentirsi traditi e abbandonati" come allora. L'associazione degli ex bambini e orfani internati nei collegi negli anni Cinquanta e Sessanta chiedeva un assegno mensile di 300 euro per tutte le vittime oppure un risarcimento in un'unica soluzione di 54.000 euro ciascuno. Tra il 1949 e il 1975 circa 800.000 bambini e adolescenti hanno vissuto nelle "case di accoglienza" della Bundesrepublik. In molti di questi istituti vi sono stati episodi di violenze, abusi e umiliazioni: i bambini venivano insultati, picchiati, obbligati a lavori degradanti. Le vittime raccontano di punizioni che sfioravano la tortura, privazione di cibo e di sonno, stanze di isolamento e punizioni collettive per abituare alla disciplina.

Fcs

© riproduzione riservata