Sabato 18 Dicembre 2010

Maltempo/ Toscana paralizzata da neve, su A1 38 chilometri coda

Roma, 18 dic. (Apcom) - Saranno necessarie ancora alcune ore poi il blocco sull'autostrada A1, nel tratto toscano tra il Valdarno e Incisa, dove si è formata una coda di 38 chilometri, dovrebbe risolversi. Nella zona a sud di Firenze, nella notte, sono stati bloccati centinaia di automobilisti. Anche il vicepresidente del Senato Vannino Chiti del Pd è tra le vittime del blocco della A1 e ha indicato precise responsabilità per l'accaduto: "Siamo arrivati attorno a mezzanotte all'uscita Valdarno - racconta interpellato telefonicamente da Sky Tg24 - e da mezzanotte a stamattina alle 11 e mezzo praticamente non abbiamo fatto un centimetro. C'erano famiglie, ho visto bambini piccolissimi, mamme che allattavano, persone anziane, quindi disagi gravissimi". Secondo Chiti "c'è una grandissima responsabilità di chi gestisce le autostrade. Sapevamo che nevicava, che c'erano problemi però non c'erano nel tratto da Roma verso Firenze né camion spargisale né spalaneve. Hanno fatto entrare sull'autostrada anche macchine e camion senza catene. Credo che debba essere fatta la commissione d'inchiesta". Nella notte anche le squadre di soccorritori hanno avuto difficoltà: le 15 squadre inviate hanno dovuto raggiungere a piedi il tratto bloccato dell'A1. A Firenze la Protezione civile, insieme ai vigili fuoco, ha organizzato un mezzo carico di generi alimentari, per risalire lungo l'A1 da Firenze Sud. In considerazione delle avverse condizioni meteorologiche, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ha autorizzato, in deroga al calendario dei divieti, la circolazioni dei tir e dei mezzi pesanti per consentire la consegna delle merci.

cza/

© riproduzione riservata