Martedì 21 Dicembre 2010

Università/ Udc verso astensione, Gelmini: Meglio, serve consenso

Roma, 21 dic. (Apcom) - L'Udc potrebbe decidere di cambiare il proprio voto contrario sul ddl università in astensione, sulla base dell'atteggiamento che il Governo avrà su un ordine del giorno preparato dal terzo polo e relativo agli adempimenti e ai decreti attuativi che l'Esecutivo varerà dopo l'approvazione della riforma Gelmini. Lo ha spiegato ai cronisti il presidente dei senatori dell'Udc Gianpiero D'Alia, precisando di non ritenere possibile una convergenza di tutto il nuovo aggregato centrista (Fli-Udc-Api-Mpa) su un voto coordinato, "siamo in terza lettura, altri hanno votato a favore, non sarebbe serio chiedere loro di cambiare idea ora". "Più consenso si crea - ha commentato il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini, conversando con i giornalisti a palazzo Madama - su questa riforma meglio è, non per il governo ma per l'università. Era già di buon auspicio in prima lettura il sì dell'Api e quello dei parlamentari di Fli, per la verità allora erano eletti e rappresentanti del Pdl. Noi abbiamo bisogno di spiegare i contenuti di questa riforma, che non deve spaventare i giovani".

Bar

© riproduzione riservata