Mercoledì 22 Dicembre 2010

Carburante a rischio nelle feste, benzinai sul piede di guerra

Roma, 22 dic. (Apcom) - Gli impianti di rifornimento di carburante sia in città che in autostrada rischiano di rimanere chiusi tra Natale a Capodanno. E` la prima risposta che le Organizzazioni di categoria, Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, hanno messo in cantiere dopo la notizia che nel testo del "milleproroghe" presentato al Preconsiglio dei ministri non viene confermata la misura fiscale, ormai ventennale, a favore dei gestori, che figura tra gli impegni assunti dal governo con le intese sottoscritte a settembre scorso. "Si tratta di una situazione - si legge in un telefax urgente inviato a Letta, Romani e Saglia - che ove confermata porrebbe l`intera categoria in uno stato di grande sofferenza ed una buonissima parte direttamente nelle condizioni di dover rinunciare alle proprie attività". Se il prossimo Consiglio dei ministri dovesse confermare il testo del "milleproroghe" senza i provvedimenti previsti - hanno fatto sapere le organizzazioni di categoria - la proclamazione dello sciopero nazionale sarebbe inevitabile ed immediata.

red-eco-kan

© riproduzione riservata