Sabato 25 Dicembre 2010

Il Papa sceglie la Bbc per un inusuale messaggio di Natale

Città del Vaticano, 25 dic. (Apcom) - Niente 'Radio Londra', nulla a che fare con i radiomessaggi di Churchill durante la seconda guerra mondiale. Il Papa ha scelto la 'Bbc' per un inusuale messaggio di Natale nel quale ha sottolineato che la liberazione portata da Cristo "non era politica, attuata con mezzi militari". "Il bimbo nato a Betlemme ha portato sì la liberazione, ma non solo per le persone di quel tempo e di quel luogo - egli sarebbe stato il Salvatore di tutti, in ogni luogo del mondo e in ogni tempo della storia", ha detto Ratzinger nel suo inglese venato di accento tedesco. "E la liberazione che egli ha portato non era politica, attuata con mezzi militari: al contrario, Cristo ha distrutto la morte per sempre e rinnovato la vita per mezzo della sua morte obbrobriosa sulla croce. E benché sia nato nella povertà e nel nascondimento, lontano dai centri del potere terreno, egli era lo stesso Figlio di Dio". Era stato Benedetto XVI stesso a sottolineare, nel corso del suo viaggio di settembre in Gran Bretagna, che il Governo e il popolo britannici "forgiano le idee che hanno tutt'oggi un impatto ben al di là delle Isole britanniche". Aveva aggiunto, Benedetto XVI: "Poiché le loro opinioni raggiungono un così vasto uditorio, i media britannici hanno una responsabilità più grave di altri ed una opportunità più ampia per promuovere la pace delle nazioni, lo sviluppo integrale dei popoli e la diffusione di autentici diritti umani". Il radio messaggio è stato trasmesso da 'Thought for the Day' (pensiero del giorno), un programma che ospita le opinione dei più diversi leader religiosi.

Ska

© riproduzione riservata