Domenica 26 Dicembre 2010

Paura nel Pacifico/ Terremoto con allarme tsunami, poi revocato

Roma, 26 dic. (Apcom) - Paura nel Pacifico. E' stata revocata l'allerta tsunami lanciata dopo il violento terremoto di magnitudo 7,6 sulla scala Richter registrato ieri mattina a bassa profondità al largo dell'arcipelago di Vanuatu, nel sudovest del Pacifico. Lo ha annunciato il centro di allarme tsunami del Pacifico, che aveva lanciato l'allarme e che aveva informato che un piccolo tsunami - un'onda anomala di circa quindici centimetri di altezza - si era originato in seguito al sisma. Il sisma è stato registrato a 25 chilometri di profondità, secondo l'Istituto di geofisica americano (Usgs). Il suo epicentro è stato individuato 135 chilometri a ovest di Isangel, nell'isola di Tanna nell'arcipelago di Vanuatu, e 200 km al nord delle isole Loyauté dell'arcipelago di Nuova Caledonia. La scossa è stata registrata poco dopo la mezzanotte locale (le 14.16 italiane). "I dati sul livello del mare confermano che c'è stato uno tsunami", aveva annunciato il centro di allerta tsunami poco dopo l'allarme che riguardava Vanuatu, la Nuova Caledonia e le isole Fiji.Il centro ha in seguito precisato che i dati per Vanuatu non indicavano che un aumento di 15 centimetri rispetto all'abituale livello del mare e ha ritirato il suo allarme.L'Istituto di geofisica americano ha da parte sua fissato in 7,3 la magnitudo del sisma avvenuto al largo di Vanuatu, dopo la stima iniziale di 7,6.

rcc

© riproduzione riservata