Domenica 26 Dicembre 2010

Con machete e pistole tentano rapina in villa a Roma: 4 arresti

Roma, 26 dic. (Apcom) - Natale di terrore a Roma per due romeni: armati di due machete, una pistola e coltelli a serramanico, in quattro fanno fanno irruzione nella villa di un connazionale, quattro giovani rapinatori romeni sono stati bloccati dai carabinieri, uno di loro e` sedicenne. Una serata di Natale da brividi, quella di ieri per un cittadino romeno di 36 anni e suo cognato, anch`egli romeno, di 33 anni: mentre i due, intorno alle 18, stavano tranquillamente chiacchierando al piano terra di un villino, in via Naide, di proprietà del 36enne, quattro rapinatori, armati di due machete, una pistola a tamburo e due coltelli a serramanico, hanno fatto improvvisamente irruzione nell`abitazione intimando ai due di consegnare tutti si soldi e gli oggetti di valore. Per rendere più efficace la minaccia, uno dei banditi ha anche esploso un colpo di pistola in aria. Istintivamente, i due parenti hanno cercato di scappare e il rapinatore che impugnava la pistola ha rivolto l`arma verso di loro sparando un secondo colpo, andato a vuoto. Rifugiatisi in una camera adiacente, i due romeni hanno dato l`allarme al 112 e in breve tempo, alcune "gazzelle" dei carabinieri del nucleo radiomobile di Roma sono arrivate sul posto, sorprendendo i quattro banditi ancora nel giardino, mentre tentavano di disfarsi delle armi. La pistola con cui erano stati sparati i due colpi è risultata una 'scacciacani' priva del tappo rosso caricata a salve, quindi inoffensiva. Tre dei rapinatori, di età compresa tra i 21 e 25 anni, sono stati portati nel carcere di Regina Coeli, con l'accusa di tentata rapina aggravata in concorso. Il quarto componente della banda, sedicenne, è stato invece accompagnato nel centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli.

Red/Cro

© riproduzione riservata