Domenica 26 Dicembre 2010

Titolare officina:McCartney non può essere morto in incidente '66

Roma, 26 dic. (Apcom) - "Quando ho smontato il muso dell`auto mi sono accorto che aveva subìto uno scontro: ma non così forte da provocare addirittura la morte di Paul McCartney". A rivelarlo è Wlater Baroni, titolare dell'officina che ha restaurato l`Aston Martin DB5 dell`ex Beatle. Questa dichiarazione dovrebbe quindi mettere fine alla leggenda seconda la quale con George, Ringo e John suonasse un sosia del musicista di Liverpool, oggi 68enne. Il vero Paul, infatti, sempre secondo la leggenda, sarebbe deceduto per le conseguenze dell`incidente che ebbe il 9 novembre 1966 proprio mentre era alla guida della sua vettura. "McCartney aveva comprato l`Aston Martin DB5, lo stesso modello di quella usata nei film di James Bond, nel 1964 per 3.800 sterline. Adesso la vettura, di proprietà di un collezionista italiano che vuole restare anonimo, - conclude Baroni sul settimanale 'Gente', in edicola domani - vale un milione di euro".

CAW

© riproduzione riservata