Mercoledì 29 Dicembre 2010

Cinema/ 'Inception' miglior film del 2010 per i lettori di 'Ciak'

Roma, 29 dic. (TMNews) - E' 'Inception' il miglior film dell'anno secondo i lettori di 'Ciak', il mensile dedica il numero di gennaio, in edicola questa settimana, ai sondaggi condotti dai lettori sui film dell'anno ormai agli sgoccioli. Il film di Christopher Nolan ottiene il 52% dei voti. La pellicola sul viaggio nei sogni si aggiudica oltre alla migliore regia, anche i migliori attori del 2010: Leonardo Di Caprio e Marion Cotillard. Per la prima volta la miglior scena d'amore e la migliore scena sexy quest'anno vanno entrambe ad 'Avatar', il kolossal di James Cameron. Capovolte le aspettative per quanto riguarda l'Italia. La stagione cinematografica appena conclusa ha sancito infatti il successo del ritorno della commedia italiana, grazie soprattutto al fenomeno di 'Benvenuti al Sud', campione d'incassi incontrastato al botteghino italiano. È significativo dunque che il miglior attore italiano dell'anno sia proprio Claudio Bisio (35% dei consensi), che stacca di misura colleghi come Elio Germano (27%) e Toni Servillo (25%). Ai comici della rinata commedia italiana è inoltre dedicata la copertina di 'Ciak' dei cento film del 2011: i film di Checco Zalone, Antonio Albanese e della coppia Ficarra e Picone si annunciano come i più attesi del genere nella prossima stagione. Accanto a Bisio, Micaela Ramazzotti è stata eletta migliore attrice italiana dal 38% dei lettori per la sua interpretazione ne 'La prima cosa bella' di Paolo Virzì, seguita da Alba Rohrwacher (18%) e da Paola Cortellesi (11%). Sul fronte delle giovani promesse, un riconoscimento è andato alla debuttante Gabourney Sidibe, protagonista di 'Precious' e a Jesse Eisenberg, di cui si attendono le prossime prove dopo la 'The Social Network ' di David Fincher. I lettori della rivista sono stati chiamati ad esprimere le loro preferenze anche per quanto riguarda il peggio dell'annata ormai quasi trascorsa. La lista nera vede in cima il fallimento del 3D: il pubblico dice no alle conversioni tridimensionali dell'ultimo minuto, con costi dei biglietti troppo alti e risultati spesso scadenti, in particolare 'Scontro tra Titani' e 'Alice in Wonderland'. Tramontata la vampiro-mania scatenata dalla saga di 'Twilight'. Infine, la più sincera avversione del pubblico cinematografico è toccata quest'anno, più che ai cinepanettoni, ai film che propongono una visione stereotipata dell'Italia e degli italiani. Tra le pellicole più odiate, infatti, ci sono 'Mangia, prega, ama' e 'The Tourist'. Bocciati anche i remake dei classici italiani, come 'Nine' rispetto a '8 ½' di Federico Fellini.

Caw

© riproduzione riservata