Mercoledì 29 Dicembre 2010

Maltempo/ Forte pericolo valanghe sull'arco alpino

Roma, 29 dic. (TMNews) - E' ancora marcato il grado di pericolo valanghe sull'intero arco alpino. Lo segnala il Corpo forestale dello Stato sottolineando che, in particolare, il rischio resta "forte" in Piemonte, mentre è "marcato" in Trentino Alto Adige, dove i nuovi apporti di neve non sono ancora ben ancorati al manto nevoso sottostante, che quindi presenta un livello di criticità abbastanza elevato. Allarme sempre "marcato" sulle Alpi Graie e Pennine (Valle d'Aosta) e sulle Prealpi Venete, dove saranno possibili probabili valanghe spontanee di neve a debole coesione già con il semplice passaggio di un singolo sciatore o di un escursionista a piedi sui pendii e canaloni ripidi. "Pertanto - consiglia la Forestale - bisogna prestare particolare attenzione nell'attraversamento di zone esposte o pendii particolarmente ripidi a causa della marcata instabilità del manto nevoso". Possibili valanghe spontanee di piccola e media grandezza anche su parte delle Alpi Retiche (Lombardia) dove il grado di pericolo è in generale "marcato", mentre sulle prealpi lombarde il pericolo scende a "moderato", così come sull'Appennino Emiliano.Sulle Alpi e Prealpi Carniche e Giulie (Friuli Venezia Giulia), considerate le caratteristiche del manto nevoso, il grado di pericolo è "marcato" sulle Alpi e "moderato" sulle Prealpi. Allarme "debole", invece, nel resto delle aree montane della Penisola a tutte le quote e a tutte le esposizioni. Il Corpo forestale "sconsiglia vivamente" le escursioni al di fuori delle piste battute e segnalate.

Red-Alp

© riproduzione riservata