Giovedì 30 Dicembre 2010

Onu denuncia:140 rifugiati accampati in ex ambasciata somala Roma

Roma, 30 dic. (TMNews) - A seguito di una visita ricognitiva effettuata ieri mercoledì presso l'ex ambasciata somala di via dei Villini a Roma, l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) ha espresso "profonda preoccupazione per le condizioni di degrado" riscontrate all'interno dell'edificio, "totalmente inadeguate e al di sotto di ogni minimo standard accettabile". Ne dà notizia lo stesso Alto commissariato in una nota diffusa oggi. Un numero variabile di cittadini somali - che si attesta in media intorno ai 120/140 - e alla stragrande maggioranza dei quali lo Stato italiano ha riconosciuto una forma di protezione internazionale - vive in condizioni igieniche disastrose, senza acqua potabile, senza riscaldamento, senza elettricità, in uno stato di insalubrità che li espone a forti vulnerabilità, al rischio di malattie oltre che a problemi di natura psicologica. In queste condizioni il valore della protezione che è stata loro riconosciuta rischia di svalutarsi. L'Unhcr è in contatto con le autorità competenti - Comune di Roma (Assessorato alle Politiche Sociali) e Prefettura - alle quali chiede la creazione di un apposito tavolo finalizzato a trovare urgentemente una soluzione sostenibile che restituisca ai rifugiati somali la loro dignità e l'accesso a condizioni di vita accettabili.

Red-Ape

© riproduzione riservata