Giovedì 06 Gennaio 2011

Trovati resti umani nell'ascolano, forse sono di Rossella Goffo

Roma, 6 gen. (TMNews) - Potrebbero essere di Rossella Goffo i resti umani ritrovati ieri nella tarda serata a Colle San Marco, ad Ascoli Piceno, grazie alla segnalazione fatta da un passante, che stava passeggiando con il suo cane. Sul posto, da stamattina, i carabinieri, gli agenti della squadra mobile e della scientifica della Questura di Ascoli. Rossella Goffo, 46 anni, è scomparsa da Ancona il 4 maggio del 2010: sposata e con due figli, viveva ad Adria, in provincia di Rovigo, con il marito. Dal 2009 lavorava alla prefettura di Ancona, dove aveva preso una stanza in affitto in un appartamento condiviso - è il profilo presente su 'Chi l'ha visto, che ha seguito la vicenda - con due donne, una giornalista e un architetto. La donna aveva l'abitudine di tornare a casa, ad Adria, per il fine settimana. Il 3 maggio del 2010, un lunedì, verso le 17, è partita da Adria con la sua auto per raggiungere Ancona: il marito l'ha sentita al cellulare per l'ultima volta intorno alle 22 di quel giorno. La mattina del 4 maggio è stata vista da alcuni colleghi nei pressi del luogo di lavoro, nell'orario in cui solitamente prendeva servizio. Le coinquiline non erano a casa tra il 3 e il 5 maggio, ma hanno riferito che dalla stanza la donna aveva portato via tutte le sue cose. L'auto di Rossella Goffo è stata trovata nel cortile della prefettura e all'interno sono stati trovati alcuni oggetti tra cui due paia di lenzuola, qualche capo di abbigliamento, un'agendina rossa, una chiavetta Usb. Di lei, da quel 5 maggio, più nessuna traccia, nonostante le ricerche e le battute effettuate nelle campagne dell'ascolano per mesi. L'unico indagato, con l'ipotesi di omicidio volontario premeditato, è Alvaro Binni, poliziotto 41enne della Questura di Ascoli con il quale la donna avrebbe avuto una relazione, poi finita; l'uomo ha sempre negato qualunque coinvolgimento nella vicenda, sostenendo anche di non avere mai avuto una storia con la scomparsa.

red-cro

© riproduzione riservata