Mercoledì 19 Gennaio 2011

Calcio/ Tim Cup, Allegri: Il Milan vuole questa coppa

Roma, 19 gen. (TMNews) - Massimiliano Allegri vuole portare il Milan fino alla finale di Coppa Italia, e sa che per riuscirci "bisogna affrontare ogni incontro con il massimo impegno", a cominciare da quello di domani contro il Bari a San Siro (ore 21) per gli ottavi di finale. "A questo trofeo cominciano tutti a dare importanza quando si ritrovano in semifinale, ma vincere un trofeo è sempre bello e quindi vogliamo arrivare fino in fondo", ha detto oggi Allegri in conferenza stampa. "Sempre per questo motivo, domani andrà in campo la miglior formazione possibile. Anche perché dopo 2 pareggi in campionato c'é bisogno di ritrovare subito la vittoria". Detto che l'unico titolare certo di riposare sarà Sandro Nesta, e che Andrea Pirlo "andrà in panchina con la speranza di poterlo utilizzare per uno spezzone", Allegri ha definito "probabile" la presenza in campo dal primo minuto di Antonio Cassano: "Ha bisogno di accumulare minuti, la sua condizione sta migliorando, ma non ha ancora una partita intera nelle gambe". E Pato? "Questa è una partita da vincere, non un test per Pato o Cassano", ha replicato Allegri. Che non crede sia il caso di far prevalere il pessimismo di chi vede un Milan in crisi. "Torneremo a crescere quando avremo receuperato tutti gli infortunati e saremo di nuovo in condizione", ha detto Allegri. "Bisogna anche essere meno nervosi ed eliminare certi errori. Siamo sempre primi in classifica e se ci avessero detto in estate che a questo punto avremmo avuto 4 punti di vantaggio sulle inseguitrici... Quindi c'é da restare positivi ed accettare la possibilità che nell'arco di una stagione tutte le squadre vanno incontro ad alti e bassi. E che, come capitato a noi ad inizio di stagione quando eravamo indietro, in un mesetto gli altri ti possono recuperare". Il riferimento è ovviamente all'Inter, che al momento è a -9 dai rossoneri, ma che, con due partita da recuperare, potrebbe potenzialmenmte riportarsi a -3. "Ma siamo comunque lì, con l'Inter e le altre", ha detto Allegri. "Quindi dobbiamo restare concentrati solo su quello che dobbiamo fare noi, non su quello che fanno gli altri. Si poteva allungare? Ci abbiamo provato, abbiamo cercato di vincere contro la Roma, l'Udinese e il Lecce, ma può capitare che gli avversari siano più brillanti di te".

CAW

© riproduzione riservata