Giovedì 20 Gennaio 2011

Bce/ Urgenti riforme strutturali per Paesi meno competitivi

Roma, 20 gen. (TMNews) - Per i Paesi europei servono riforme strutturali "tempestive", soprattutto per quelli che hanno perso competitività o con un disavanzo pubblico elevato. È il richiamo della Banca centrale europea, secondo cui "occorre attuare con tempestività riforme strutturali consistenti e di ampia portata a integrazione del risanamento dei conti pubblici per migliorare le prospettive di una maggiore crescita sostenibile. Profonde riforme - sottolinea la Bce - risultano particolarmente necessarie nei paesi che in passato hanno subito una perdita di competitività o che al momento risentono di disavanzi di bilancio e disavanzi esterni elevati". "L'eliminazione delle rigidità dal mercato del lavoro - spiega l'Eurotower nel bollettino mensile - favorirebbe ulteriormente il processo di aggiustamento di tali economie. Inoltre, una maggiore concorrenza nei mercati dei beni e soprattutto dei servizi agevolerebbe la ristrutturazione dell'economia e incoraggerebbe l'innovazione". Queste misure "sono fondamentali per stimolare l'incremento della produttività, una delle principali determinanti della crescita a lungo termine".

Glv

© riproduzione riservata