Giovedì 20 Gennaio 2011

Berlusconi/ Csm evita paralisi ma rinvia voto al 9 febbraio

Roma, 20 gen. (TMNews) - Il Csm evita la paralisi dei lavori ma rinvia al 9 febbraio il voto sulla pratica a tutela del pm milanese Fabio De Pasquale nella quale si contesta al premier Silvio Berlusconi di aver "denigrato" l'intera magistratura attaccando il magistrato che è stato pubblica accusa al processo Mills. Una soluzione per la quale si è speso molto il vicepresidente Michele Vietti, dopo l'impasse provocata dalla protesta dei cinque laici del centrodestra che siedono a Palazzo dei Marescialli, i quali ieri abbandonando l'aula al momento del voto hanno fatto mancare il numero legale impedendo così che venisse approvata la delibera proposta dalla Prima Commissione. Rinviata la discussione di una ventina di giorni, l'accordo raggiunto prevede che nel frattempo in Seconda Commissione si lavori "sollecitamente" sulla pratica che potrebbe portare a modificare l'istituto delle pratiche a tutela.

Arc/Ral

© riproduzione riservata