Venerdì 21 Gennaio 2011

Federalismo/ Terzo polo riscrive dlgs Comuni: Altrimenti è no

Roma, 21 gen. (TMNews) - Il Terzo polo riscrive radicalmente il decreto sul fisco comunale: se il governo non accetterà le proposte, Udc, Fli e Api voteranno no in Bicamerale. E quindi i terzisti chiedono al governo di accettare la proroga dei termini per la delega sul federalismo fiscale: la settimana in più accordata sul fisco comunale dal Consiglio dei ministri "non è un lasso di tempo adeguato per risolvere la complessità dei problemi emersi". A spiegare la posizione del Terzo polo sono Gian Luca Galletti, Mario Baldassarri e Linda Lanzillotta, i rappresentanti in Bicamerale di Udc, Fli e Api. I terzisti rifiutano il "ricatto della Lega" sul voto anticipato in caso di bocciatura del decreto e annunciano un pacchetto di emendamenti che sostanzialmente riscrivono il decreto: compartecipazione Iva anzichè Irpef, tetto alla manovrabilità dell'Imu, riscrittura della cedolare secca sugli affitti e della tassa di soggiorno. "Se non si allungheranno i tempi della delega - spiegano - valuteremo il nostro atteggiamento sulla base dell'accoglimento o meno delle nostre proposte".

Rea

© riproduzione riservata