Sabato 29 Gennaio 2011

Egitto, ElBaradei: Non bastano i militari per deporre 'Faraone'

Roma, 29 gen. (TMNews) - L'Egitto "non ha più uno Stato" in questo momento, ma "non basterà un cambio di figure al vertice" per evitare il collasso, "serve un governo di salvezza nazionale" con un'ampia base. Lo ha affermato oggi uno dei leader dell'opposizione egiziana, Mohamed ElBaradei, intervistato dalla Tv panaraba Al Jazeera. Secondo ElBaradei, "non può esserci soltanto una soluzione militare, bisogna passare al governo dei civili", e "anche se i militari saranno candidati, dovranno passare per procedure istituzionali civili". ElBaradei, ex direttore dell'Aiea, un intellettuale che gode di prestigio in Europa ma non di una grande base in Egitto, ha insistito: "Non basta un cambio di personaggi, bisogna deporre il 'Faraone', questa dittatura", riferendosi così al "presidente Mubarak", che secondo lui "deve dimettersi oggi stesso". "Ogni altro tentativo porterà soltanto a un deterioramento ulteriore della situazione". ElBaradei ha anche detto di non essere soddisfatto delle reazioni internazionali e in particolare degli Stati Uniti: "Non sono soddisfatto da questi discorsi: non ci possono essere mezze misure, questi Paesi devono cambiare agenda, e prendere parte per o contro il regime". Secondo l'ex direttore dell'Aiea, comunque, le forze straniere non possono determinare il destino dell'Egitto", che dev'essere deciso dal popolo egiziano.

Ape

© riproduzione riservata