Venerdì 04 Febbraio 2011

L'Algeria tenta di arginare la protesta annunciando le riforme

Algeri, 4 feb. (TMNews) - A fronte della contestazione che sta scuotendo il mondo arabo e dopo le proteste di piazza del mese scorso, il Presidente algerino Abdelaziz Bouteflika ha annunciato la revoca dello stato di emergenza, in vigore nel Paese da 19 anni, e l'approvazione di diverse misure socio-economiche sollecitate dall'opposizione e dalla società civile. Un annuncio che cade a pochi giorni dalla nuova manifestazione di piazza, in programma ad Algeri il prossimo 12 febbraio, in cui opposizione e società civile chiederanno più democrazia e "un cambiamento del sistema". In un comunicato diffuso dai media ufficiali, il presidente algerino ha risposto alle rivendicazioni sollevate nelle proteste del mese scorso e ha annunciato in "tempi molto brevi" la revoca dello stato di emergenza, imposto nel Paese per contrastare la violenza degli estremisti islamici, anche se Bouteflika ha tenuto a precisare che questa misura non ha mai "ostacolato l'attività politica". La revoca dello stato di emergenza è una delle richieste venute da opposizione e società civile, che si preparano a scendere in piazza il 12 febbraio. Il Presidente ha tuttavia ricordato il divieto di marciare nella capitale, imposto dopo le sanguinose manifestazioni del 2001. (segue)

Sim

© riproduzione riservata