Lunedì 07 Febbraio 2011

Egitto/ Obama a Fox: egiziani avranno "governo rappresentativo"

Washington, 7 feb. (TMNews) - Gli Stati Uniti non costringeranno il Presidente egiziano Hosni Mubarak a lasciare la guida del Paese, ma il popolo egiziano farà in modo che a prenderne il posto sia un governo rappresentativo, dopo che si saranno tenute elezioni libere e giuste. E' quanto ha dichiarato il Presidente americano Barack Obama in un'intervista a Fox News, in cui ha ribadito il suo appello per una transizione "ordinata". "Quello che io voglio è un governo rappresentativo in Egitto e ho fiducia nel fatto che se l'Egitto avvia un processo ordinato di transizione, in Egitto ci sarà un governo con cui noi collaboreremo", ha detto Obama al giornalista di punta dell'emittente, Bill O'Reilly. "Gli Egiziani vogliono la libertà, elezioni libere e giuste, vogliono un governo rappresentativo, vogliono un governo che li ascolti - ha aggiunto - e noi abbiamo detto loro di avviare subito la transizione, una transizione ordinata", ha continuato Obama. Alla domanda se i Fratelli musulmani, principale partito dell'opposizione egiziana, rappresentino una minaccia, Obama ha risposto: "Sono solo uno dei partiti egiziani. Non hanno la maggioranza in Egitto, ma sono ben organizzati e ci sono accenti anti-americani nella loro ideologia, non c'è dubbio. Ma noi dobbiamo anche ricordarci dei tanti laici presenti in Egitto, della società civile egiziana che vuole venire alla ribalta. Per questo è importante sottolineare che non abbiamo solo due opzioni, i Fratelli musulmani o un popolo oppresso". E che occorre garantire che "tutti i gruppi partecipino a una transizione ordinata e significativa". (con fonte Afp)

Sim

© riproduzione riservata