Venerdì 04 Marzo 2011

Roma, trasferiti i tre carabinieri accusati di violenza sessuale

Roma, 4 mar. (TMNews) - I tre carabinieri in servizio a Roma e che una 32enne ha denunciato per violenza sessuale, sono già stati trasferiti dall'organizzazione territoriale all'organizzazione mobile, cioè non più in contatto diretto con il pubblico, in altri capoluoghi italiani: Torino, Milano e Cagliari. La violenza sarebbe avvenuta in una caserma al Quadraro, periferia di Roma, dove la donna la notte tra il 23 e il 24 febbraio è stata portata in stato di arresto per un furto di vestiti all'Oviesse del quartiere Casilino, in attesa, l'indomani, dell'udienza di convalida. La donna era arrivata nella caserma del Quadraro dalla stazione Casilino, in quanto in quest'ultima non vi era posto nelle camere di sicurezza. Nel corso dell'udienza di convalida del suo arresto la donna non ha detto nulla, né al pm né al giudice monocratico, della presunta violenza subita. Poi, nel pomeriggio, con il suo compagno, è andata a sporgere denuncia ai carabinieri della stazione Casilino, che l'avevano arrestata il giorno prima. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma, che ha secretato gli atti, sono condotte dai carabinieri del nucleo investigativo di via In Selci. Nella vicenda sarebbe coinvolto anche un vigile urbano.

Gtu

© riproduzione riservata