Domenica 06 Marzo 2011

Fini sfida Premier-sinistra:loro conservatori, Fli è altra Italia

Roma, 6 mar. (TMNews) - Una sfida all'asse "Berlusconi-Bossi" e alla sinistra: Futuro e Libertà si candida a costruire "il vero centrodestra" per proporre "un'altra idea dell'Italia". Gianfranco Fini incontra a Roma i circoli di Fli, e prova a togliere ogni dubbio sul "posizionamento" del nuovo soggetto: il centrodestra oltre Berlusconi, l'alternativa alla sinistra. E non è un caso che nel lungo intervento le critiche del presidente della Camera siano equamente distribuite tra l'ex alleato e gli avversari di sempre, entrambi accusati di "conservatorismo nel senso deteriore del termine", incapaci di pensare "l'Italia del 2020". Perchè è questo l'obiettivo - "ambizioso", riconosce Fini - di Futuro e Libertà, che va oltre i numeri in Parlamento: "Il progetto non è quanti deputati. Uno più uno meno, cosa cambia? Il progetto è quante idee, quanti stimoli". E così i transfughi di Fli vengono liquidati con disprezzo e poche battute: "Non si deve dedicare un solo minuto di tempo a chi c'era e non c'è più. Ma qualcuno di loro mi ha fatto capire bene la distinzione tra uomini, ominicchi e quaquaraquà...". Ma ora nel partito "non ci sono divisioni tra falchi e colombe, moderati ed estremisti". (segue)

Rea

© riproduzione riservata