Sabato 12 Marzo 2011

Calcio/ Roma-Lazio, Montella: Conservare le energie per il campo

Roma, 12 mar. (TMNews) - Lazio favorita al derby "perché è avanti in classifica", ma Vincenzo Montella ha chiesto alla sua Roma di "arrivare serena alla partita", per non sprecare "energie", soprattutto mentali, e per poterle poi "sfruttare tutte dal fischio d'inizio". Alla vigilia del derby della capitale, piatto forte del programma domenicale (ore 15.30) della ventinovesima giornata del campionato di Serie A, il tecnico giallorosso non ha paura che la batosta (3-0) di Donetsk e l'eliminazione agli ottavi di finale di Champions League per mano dello Shakhtar possa influire negativamente anche sulla stracittadina. "Quando sono arrivato ho trovato una Roma in difficoltà, ma è ovvio, altrimenti non mi avrebbero certo chiamato, io allenavo i giovanissimi", ha detto Montella. "Il mio compito però è quello di valutare e senza farsi influenzare da situazioni esterne, visto che in questa piazza ci sono sempre degli eccessi, da una parte e dall'altra. Un allenatore deve essere invece equilibrato e razionale. Io ho visto un gruppo affiatato, che ha voglia di riprendersi qualcosa che gli compete e che mi ha dato grande disponibilità. A parte gli episodi di Donetsk, questo gruppo ha mostrato una crescita costante e voglia di reagire". Da giocatore, Montella ha segnato 8 gol alla Lazio (4 in una sola partita), ma questo non influenzerà il modo di avvicinarsi al match di domani. "L'ho preparata come le altre partite, studiando l'avversario", ha spiegato. "Forse da giocatore l'aspettavo di più perchè ero convinto di incidere. Non che l'allenatore non incida, anzi". Capitolo singoli. Su Daniele De Rossi, al centro delle critiche per la gomitata a Srna e in attesa di una lunga squalifica da parte dell'Uefa: "Ha sofferto anche per sue responsabilità, ma mi auguro sia sereno, ci siamo parlati molto e sono fiducioso sul suo stato psicologico per domani", ha detto Montella. Su Francesco Totti: "Sta benissimo fisicamente, ha dimostrato sempre grande disponbilità, anche quando non ha giocato, e quando ha giocato si è dimostrato in ottima salute. Sono tanti anni che non segna al derby, mi auguro che si sblocchi". Poi l'allenatore giallorosso ha rivelato un retroscena relativo alla conferenza stampa pre-Shakhtar, quando Totti fu prima 'servito' ai giornalisti e poi il giorno dopo lasciato in panchina: "Innanzi tutto, lui sapeva prima di andare a parlare che molto probabilmente non avrebbe giocato. Poi, parlando dell'aspetto tattico, io per quel ruolo ho lui e Marco Borriello, due giocatori dalle caratteristiche differenti. E come lo sappiamo no, lo sanno anche gli allenatori avversari, ai quali non posso concedere vantaggi".

CAW

© riproduzione riservata