Lunedì 14 Marzo 2011

Egitto/ Referendum Costituzione, giovani chiedono di votare 'no'

Il Cairo, 14 mar. (TMNews) - I giovani militanti egiziani protagonisti della rivolta popolare che ha portato alle dimissioni il Presidente Hosni Mubarak hanno lanciato oggi un appello a votare "no" al referendum sulla riforma costituzionale in programma sabato, chiedendo una nuova Carta costituzionale. "Abbiamo deciso la nostra posizione. Diremo di andare a votare e di dire no", ha detto alla France presse Shady Ghazali Harb, esponente di 'La coalizione dei giovani della rivoluzione'. "Noi vogliamo una nuova costituzione e la proroga del periodo di transizione con la creazione di un consiglio presidenziale", ha aggiunto. Gli egiziani sono chiamati sabato a pronunciarsi sugli emendamenti alla Costituzione proposti da una commissione di giuristi nominata dall'esercito, che guida il Paese dall'11 febbraio scorso, quando Mubarak ha presentato le sue dimissioni. La commissione ha proposto che il Presidente della Repubblica non possa rimanere in carica per più di due mandati consecutivi di quattro anni ciascuno; fino ad oggi, il Presidente poteva rimanere in carica a tempo indefinito, con mandati di sei anni. Anche i candidati alla presidenza Amr Moussa e Mohamed ElBaradei hanno fatto sapere di non ritenere sufficiente "un rattoppo" dell'attuale costituzione, chiedendo l'annullamento del referendum. Unica voce a favore è quella dei Fratelli musulmani, che hanno invitato a votare "sì". (fonte Afp)

Sim

© riproduzione riservata