Lunedì 14 Marzo 2011

Libia/ Gheddafi offre petrolio a India, Cina e Russia

Tripoli, 14 mar. (TMNews) - Il leader libico Gheddafi ha invitato le aziende di Cina, Russia, India a venire nel paese per sfruttare le risorse di greggio libico dopo l'abbandono del paese da parte della maggior parte delle compagnie straniere. Lo conferma l'agenzia ufficiale libica Jana. "Il capo della rivoluzione ha ricevuto ieri gli ambasciatori di Cina, Russia, India con i quali ha esaminato l'evoluzione delle relazioni bilaterali e ha invitato le società di questi paesi a venire a sfruttare il petrolio liboco" dice la Jana senza entrare nei dettagli. Il 2 marzo, in un lungo discorso tramsesso anche in diretta rv, Gheddafi aveva affermato che la produzione petrolifera era ai "minimi livelli" e aveva minacciato le aziende occidentali di sostituirle con quelle di Cina e India. Il 9 marzo il presidente della compagnia petrolifera nazionale libica, Choukri Ghanem, aveva detto che il paese produce circa 500.000 barili al giorno contro il milione e seicentomila di metà febbraio. La maggior parte delle compagnie petrolifere straniere attive nel paese, tra cui la francese Total, e la cinese CNPC, hanno sospeso in modo totale o parziale la loro produzione di greggio nel paese.

vgp

© riproduzione riservata