Sabato 19 Marzo 2011

Libia/ Bombardamenti su Bengasi, abbattuto aereo militare

Bengasi (Libia), 19 mar. (TMNews) - Le forze armate del leader libico Muammar Gheddafi sono entrate oggi a Bengasi, roccaforte dei rivoltosi nell'est della Libia, scossa da pesanti bombardamenti nella zona sud-occidentale e dove è stato abbattuto un aereo militare. Da Tripoli, il regime accusa "le gang di al Qaida" di aver attaccato le forze armate, mentre a Parigi oggi si riuniranno i leader di Ue, Usa, Lega araba e Unione africana per definire l'intervento militare nel paese del Nord Africa. Un giornalista della Bbc ha riferito di carri armati governativi entrati a Bengasi attorno alle 10.30 locali (9.30 italiane) e secondo al Jazeera le forze di Gheddafi starebbero dando l'assalto alla città da sud e dalla costa. I giornalisti della France presse riferiscono di una tregua dopo due ore di pesanti bombardamenti, con diversi pick-up carichi di ribelli che stanno tornando dalla zona bombardata. Questa mattina, un aereo militare, probabilmente un Mig-23, è improvvisamente comparso nel cielo di Bengasi, con la parte posteriore in fiamme. Il pilota è riuscito a lasciare il velivolo prima che l'apparecchio si schiantasse nella zona meridionale della città. Non è ancora chiaro come sia stato abbattuto l'aereo, che poco prima aveva sorvolato a bassa quota la città, prima che nuove esplosioni scuotessero il centro abitato. Esplosioni sono state udite tutte la notte a Bengasi. Oggi, i leader della comunità internazionale si riuniranno a Parigi per definire il dispositivo militare necessario per lanciare un'operazione aerea in Libia: Se Parigi preme per tenere fuori la Nato, preferendo un sistema di comando multinazionale, Londra insiste invece perchè l'Alleanza Atlantica abbia un ruolo di primo piano nell'operazione. Un intervento straniero, ha detto oggi il viceministro degli Esteri Khaled Kaaim, potrebbe indurre i Paesi9 vicini a sostenere Gheddafi.

Sim

© riproduzione riservata