Sabato 26 Marzo 2011

Giustizia/ Csm darà parere anche su riforma costituzionale

Roma, 26 mar. (TMNews) - La prossima settimana il Csm accenderà i suoi riflettori sull'ultima contestata norma, quella che amplia la responsabilità civile dei magistrati. Poi, il 6 aprile, sarà la volta della prescrizione breve. Ma l'organo della magistratura esprimerà il suo parere anche sulla riforma costituzionale della giustizia, approvata dal governo il 10 marzo scorso. Sarà la Sesta Commissione a pronunciarsi sull'insieme di norme firmate dal ministro Alfano, che tra l'altro prevedono la separazione delle carriere tra giudici e pm e di conseguenza la creazione di un doppio Csm. A sollecitare l'intervento era stato nei giorni scorsi lo stesso presidente della Commissione, il togato Vittorio Borraccetti (Md), e il comitato di presidenza di Palazzo dei Marescialli ha dato il via libera all'apertura di una pratica per riflettere sul progetto di riforma del governo. Iniziativa in qualche modo anticipata dallo stesso vicepresidente del Csm Michele Vietti, che aveva inviato il Guardasigilli a partecipare ad una seduta di plenum per una "comune riflessione" su alcuni temi: "Il Consiglio - aveva spiegato in una lettera ad Alfano - è fortemente interessato a interloquire sul progetto di riforma costituzionale della giustizia, con spirito collaborativo e nel rispetto delle reciproche prerogative costituzionali e funzionali". E nelle prossime settimane i consiglieri ne discuteranno. Prima, però, per martedì prossimo è stata convocata una seduta straordinaria della Sesta Commissione per affrontare la norma sulla responsabilità civile, introdotta due giorni fa dalla maggioranza nella legge Comunitaria con un blitz. "Un fulmine a ciel sereno", viene considerato dai consiglieri, che si affrettano così a riunirsi per far sentire la loro voce. E lo stesso faranno tra una decina di giorni, il 6 aprile, quando in plenum si discuterà della prescrizione breve, iniziativa sollecitata dal togato del Movimento per la giustizia Aniello Nappi.

Arc

© riproduzione riservata