Gb/ Londra, marcia contro tagli spesa,sindacati:300.000 in piazza

Gb/ Londra, marcia contro tagli spesa,sindacati:300.000 in piazza Discorso finale di Ed Miliband, leader dell'opposizione

Gb/ Londra, marcia contro tagli spesa,sindacati:300.000 in piazza
Roma, 26 mar. (TMNews) - Decine di migliaia di persone, 300.000 secondo gli organizzatori, hanno partecipato a Londra alla manifestazione contro i tagli alla spesa pubblica, decisi dal governo del primo ministro conservatore David Cameron.La "marcia per l'alternativa" è stata organizzata dai sindacati, ma a loro si sono uniti ong, volontari e gruppi religiosi,così come studenti, poliziotti (fuori servizio), medici e infermieri. Quanto ai poliziotti in servizio, oltre 4.500 agentihanno sorvegliato l'andamento della manifestazione, lungo il percorso di circa cinque chilometri partito dall'Embankment perterminare a Hyde Park, passando per Trafalgar Square. Alcuni tafferugli si sono verificati - riporta Sky News - tra piccoli gruppi di vandali, che stavano sfasciando le vetrine di alcuni negozi, e le forze dell'ordine. Secondo la Bbc, un manifestante sarebbe stato arrestato."C'è una partecipazione straordinaria che dimostra la rabbia della gente e il governo non potrà non tenerne conto" ha dichiarato Len McCluskey, il segretario generale di Unite, il principale sindacato inglese. La marcia è stata il più grande evento organizzato dal sindacato in più di 20 anni e quello a maggiore partecipazione dalle proteste contro la guerra in Iraq nel 2003.A Hyde Park ha tenuto un discorso anche il leader laburista Ed Miliband, che ha accusato il governo di voler tornare indietro nel tempo a una "politica di divisione" con dei tagli "ideologici" che ricordano l'era Thatcher. "Lottiamo per proteggere e difendere le cose in cui crediamo. Il governo dirà che questa è stata la marcia di una minoranza. Ma sbagliano di grosso. David Cameron, tu vuoi creare la Grande Società (dinamica, attiva, solidale, contrapposta a un grande Stato lento e invasivo); questa è la Grande Società di cui parli, unita contro quello che il tuo governo sta facendo alla nostra società".

© RIPRODUZIONE RISERVATA