Sabato 02 Aprile 2011

Musica/ Nathalie: A Sanremo dovevano vincere i La Crus

Milano, 2 apr. (TMNews) - In punta di piedi. Senza prepotenza ma con incredibile determinazione Nathalie Giannitrapani fa il suo ingresso nel mondo dello spettacolo. L' urgenza di cantare, una ragazza timida da sempre che sa esplodere al momento giusto sopratutto quando si tratta di "fare musica". La cantante si racconta a lospettacolo.it Cosa ti ha spinto a rischiare partecipando ad un talent show? "Ho tentato i provini di X Factor per curiosita' e per cimentarmi in un'esperienza diversa. Temevo questo genere di programma non facesse per me, ma i miei amici mi hanno convinto. Infatti sono rimasta stupita dalla vittoria: non mi reputo tarata sulla competizione. Non amo compiacere: io voglio fare la mia parte, il mio mestiere..". Dopo X Factor hai trovato a San Remo persone gia' note... "E' stato tutto stranissimo. Ammetto di non aver seguito molto le ultime edizioni del Festival, in generale non guardo molta Tv. Ma condividere con artisti come i La Crus, Battiato e Vecchioni il palco dell'Ariston e' stata un'esperienza assolutamente surreale!". La canzone in gara a San Remo (esclusa la tua) che avresti votato? "Quella dei La Crus: sono dei grandi artisti e la voce calda di Giovanardi mi piace moltissimo. La loro non sempre e' una musicalità da grande pubblico ma "Io confesso" mi sembrava adatta al contesto sanremese". "Sospensione come momento di pura potenzialità"...hai trovato il giusto modo di raccontarti o di aver ancora bisogno di cercare? "Questo stato di sospensione persiste: l'uomo vive nel continuo tentativo di trovare se stesso. Un'espressione che amo molto e' work in progress... Ed e' il viaggio cio' che conta, non la meta. A volte stesso il percorso che compi si rivela la destinazione che stavi cercando di raggiungere".

Spt

© riproduzione riservata