Sabato 02 Aprile 2011

Governo/ Berlusconi: Va avanti, maggioranza presto a quota 330

Roma, 2 apr. (TMNews) - All fine anche Silvio Berlusconi è costretto ad ammettere pubblicamente che qualcosa negli ultimi giorni non è andata. Certo, senza calcare troppo la mano. Ma il premier, in collegamento telefonico con una manifestazione organizzata dal 'responsabile' Domenico Scilipoti, ha accennato alle bagarre in aula e ha invitato i suoi a non cadere più nelle provocazioni dell'opposizione e a pensare soltanto "a votare". Martedì, d'altra parte, non si scherza e in calendario c'è il conflitto di attribuzione per il caso Ruby e il ddl sul processo breve. Ma Berlusconi si è detto convinto che il governo completerà la legislatura e le riforme a cominciare da quella della giustizia che è "necessaria" perché "non si pò andare avanti così". Ma da cambiare c'è anche l'archiettura costituzionale che attualmente "non è da Paese moderno", ivi compresa la Consulta. Il presidente del Consiglio, senza mai farvi cenno esplicitamente, ha scacciato anche l'ipotesi di elezioni anticipate che è tornata a circolare dopo il giro di 'consultazioni' di Napolitano. La sua risposta? "Siamo vicini al traguardo dei 330 deputati". E non solo. Berlusconi punta molto su una vittoria alle imminenti elezioni per dimostrare di essere ancora saldamente in sella al netto dei suoi processi. "Sono convinto - ha assicurato - che vinceremo le amministrative". Ma dall'opposizione Bersani ha insisito a denunciare la debolezza dell'esecutivo, vedendo vicina la caduta di Berlusconi. "Potrà comprare ancora - ha detto il segretario Pd- uno o due voti, ma tutti vedono che non c'è un governo, da mesi non combinano nulla. Berlusconi confonde la governabilità con la sua sopravvivenza. Qualsiasi cosa è meglio della situazione di adesso, anche il voto". E a Walter Veltroni che ha indicato la via preferenziale di un governo di transizione per cambiare la legge elettorale, il segretario del Pd ha replicato: "Io non sono precluso a niente, noto solo che dopo la nostra proposta di un governo di transizione sono arrivati i Responsabili, che hanno in mano la situazione, questo mi fa dire che l'unica ipotesi per non stare dove siamo può essere solo quella delle elezioni".

Rcc/Pol

© riproduzione riservata