Domenica 03 Aprile 2011

Musica/Filippo Tirincanti una nuova black voice

Milano, 3 apr. (TMNews) - Filippo Tirincanti è la nuova voce black che arricchisce il nostro panorama musicale, dopo quelle di Mario Biondi e Raphael Gualazzi. Trentasettenne di Riccione, e' nato il 18 gennaio 1974 , pubblicherà il 19 aprile Otherwise (Eleven-Endel), il suo primo disco, nel quale suona anche Fabrizio Bosso,uno dei piu' noti e piu' sensibili trombettisti italiani. Filippo ha iniziato a studiare chitarra, da autodidatta, dall'età di 14 anni, dimostrando una tecnica eccellente e grande fantasia. E' suo padre, anch'egli chitarrista che lo porta a scoprire i maggiori gruppi rock ed i piu' famosi musicisti, tra cui il grande Jimi Hendrix, il cui brano "One Rainy Wish" lo fa innamorare di questo artista . Da allora Jimi Hendrix entra a far parte della sua vita artistica. Randy Bernsen, chitarrista degli Zawinul Syndacate, lo invita a seguirlo a Miami, ma Filippo rifiuta e resta a Riccione, dove diventa presto l'idolo dei giovani. A 19 anni Filippo finalmente parte per gli Stati Uniti, deciso a percorrere le strade gia' percorse dal suo idolo, Jimi Hendrix. Per due anni Filippo vaga per gli States, suonando dove capita, da piccoli club alle stazioni del metro'. Rientra in Italia nel 2001. Notato dal manager di Sananda Maitreya, viene chiamato per un'audizione e preso come chitarrista di Sananda Maitreya, col quale resta per due anni, durante i quali si esibiscono in tour in tutto il mondo. Conosce Jessica Johnson, madre di suo figlio Jacomo e poco dopo scopre che il padre di lei era cresciuto con Jimi Hendrix, poiche' entrambi erano nativi americani di origine. Dal 2009 si e' focalizzato sulla produzione di brani che sono inclusi nell'album Otherwise. Il brano e' ricco di sonorità soul, blues, jazz e la bella voce di Filippo, un misto tra quella di Rod Stewart e quella del cantante e pianista inglese di Jamie Cullum.

Spt

© riproduzione riservata