Martedì 12 Aprile 2011

Immigrati/ Alfano: Ieri brutta pagina,Stati Ue non sono solidali

Lussemburgo, 12 apr. (TMNews) - Nella seconda giornata del Consiglio Affari interni e di giustizia dell'Ue, oggi a Lussemburgo, continuano gli echi delle clamorose dichiarazioni del ministro dell'Interno Roberto Maroni, che ieri, deluso dalla risposta europea alle richieste italiane per fronteggiare l'emergenza immigrati, era arrivato a ipotizzare un'uscita dell'Italia dall'Unione. Ne ha parlato, all'uscita dalla riunione coi colleghi europei, il ministro delle Giustizia Angelino Alfano, che oggi ha rappresentato l'Italia al Consiglio. "Ieri è stata scritta una brutta pagina", riconoscendo che "c'è un problema evidente di mancanza di solidarietà fra gli Stati membri". Il ministro ha spiegato di aver trovato da parte dei colleghi e dell'Ue "un atteggiamento assolutamente costruttivo e positivo nei confronti dell'Italia", anche se nella parte odierna sulla giustizia il Consiglio non si è occupato dell'emergenza immigrazione, ma di altre questioni come "il furto delle identità elettroniche e il contrasto alla criminalità informatica". A una cronista che chiedeva se condividesse lo sfogo di Maroni, e la sua battuta ("Meglio soli che male accompagnati"), Alfano ha risposto: "C'è un problema evidente di mancanza di solidarietà fra gli Stati membri, ma le istituzioni Ue hanno avuto il riconoscimento del ministro Maroni, per il quale la commissaria Malmstrom è stata un'interlocutrice concreta e comprensiva delle ragioni dell'Italia". Il ministro ha ricordato, inoltre, la telefonata di ieri sera fra il premier Berlusconi e il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso, che sarà oggi in Tunisia. Il ministro della Giustizia ha poi insistito nel sottolineare la "distinzione fra le istituzioni dell'Ue e i singoli i paesi" che ne fanno parte, nell'atteggiamento nei confronti dell'Italia. "Noi quello che abbiamo rilevato e che ribadiamo è l'assenza di solidarietà fra Stati membri. Credo che l'Europa (integrata, ndr) sia nata sempre da processi di crisi, non è stato un cammino che non ha conosciuto momenti di crisi; ieri, comunque - ha concluso -, è stata scritta una brutta pagina".

Loc

© riproduzione riservata