Mercoledì 13 Aprile 2011

Brasile/Famiglie di Rio: Costretti a lasciare casa per Olimpiadi

Roma, 13 apr. (TMNews) - La mattina sono usciti di casa per andare al lavoro, la sera sono tornati e l'abitazione non c'era più: demolita con tutti i mobili che si trovavano all'interno. E' il dramma capitato a numerosi residenti di Rio de Janeiro che in mezza giornata si sono ritrovati senza più un tetto, buttato giù senza alcuna remora, per far posto alla Transoeste, il nuovo raccordo stradale costruito in vista della Coppa del mondo di calcio del 2014 e delle Olimpiadi estive del 2016. Lo riferisce il quotidiano britannico "Telegraph" sottolineando che altre famiglie residenti nella zona ovest di Rio, dove sta sorgendo il villaggio olimpico, stanno protestando con l'amministrazione municipale per gli scarsi indennizzi ricevuti per l'esproprio della loro casa. Altri residenti che hanno accettato una permuta è stata assegnata una casa più piccola di quella in cui abitavano o molto più lontana dal posto di lavoro. "Mi hanno proposto un appartamento molto più piccolo rispetto a quello in cui vivevo", ha detto Jose Jorge Santos de Oliveira, 51 anni, costretto a lasciare la casa dove ha vissuto per 16 anni. "Se non accetto la casa, mi danno 8.700 real (circa 3.780 euro) non sufficienti per comprarne un'altra", ha precisato de Oliveira sottolineando che il prezzo di mercato del suo appartamento è di 50.000 real (circa 21.790 euro).

Bla

© riproduzione riservata