Venerdì 22 Aprile 2011

Pasqua/ Sequestrate 19 tonnellate alimenti scaduti o avariati

Roma, 22 apr. (TMNews) - Operazione 'Pasqua sicura' dei carabinieri del Nas su tutt Italia, che negli ultimi giorni hanno controllato aziende di produzione e commercializzazione di prodotti tipici pasquali riscontrando irregolarità significative: dalle carenze igienico sanitarie alla cattiva conservazione degli alimenti, in alcuni casi invasi da muffe, parassiti o scaduti, fino alla frode nell'esercizio in commercio per aver posto in vendita prodotti di artigianali quando invece erano industriali. I Nas hanno effettuato 853 ispezioni nei confronti di altrettanti laboratori di preparazione e vendita, per 295 dei quali sono state rilevate irregolarità di carattere igienico-sanitario e gestionale. I militari hanno adottato provvedimenti che vanno dal sequestro della merce alla chiusura immediata dell'attività e hanno contestato 466 sanzioni amministrative e penali: 316 le persone denunciate alle autorità giudiziarie, amministrative e sanitarie. In totale sono state sottratte alla distribuzione commerciale oltre 19 tonnellate di prodotti dolciari tipici delle festività di Pasqua, materie prime ed alimenti vari, per un valore totale di circa mezzo milione di euro. Trentadue le strutture (pasticcerie, industrie dolciarie, attività di produzione e vendita, depositi) alle quali i carabinieri hanno posto i sigilli, perché prive di autorizzazioni o perché carenti sotto l'aspetto igienico sanitario. In particolare, a Torino i carabinieri hanno scoperto un fatiscente scantinato di una pasticceria, destinato a deposito di derrate alimentari, materie prime, semilavorati e prodotti finiti, accumulati in locali umidi, invasi da insetti morti, polvere, ogni genere di sporcizia proveniente dalla pubblica strada attraverso le grate del sovrastante marciapiede. Sequestrate circa 2 tonnellate di dolci pasquali e uova. A Cosenza e Caserta i Nas hanno rilevato gravi carenze igienico-sanitarie strutturali in tre pasticcerie delle province di competenza. Sequestrate le tre strutture, all'interno delle quali erano stipate circa sette tonnellate di materie prime per la produzione di prodotti dolciari detenuti in cattivo stato di conservazione e privi di rintracciabilità. A Roma, presso un panificio della capitale, sono state sequestrate circa 900 confezioni di colombe e torte pasquali, alle quali il titolare aveva rimosso l'etichetta originale per farle apparire come produzione artigianale. Analoga operazione condotta ad Alessandria, con il sequestro di oltre 400 confezioni di colombe e uova di cioccolato. A Bologna e Aosta sono state sequestrate due tonnellate di materie prime, semilavorati e prodotti dolciari finiti, con la data di scadenza superata e privi di rintracciabilità.

Cro/Rcc

© riproduzione riservata