Sabato 07 Maggio 2011

Grecia/ Papaconstantinou: Impossibile uscire dall'euro

Roma, 7 mag. (TMNews) - "Siamo nel mezzo del tunnel, è buio pesto, ma ce la faremo". Il ministro delle Finanze greco Giorgos Papaconstantinou sottolinea, in una intervista a La Stampa, che la Grecia è "nella fase più delicata; ma non ci sono alternative al risanamento". E smentisce sia le voci di chi evoca una ristrutturazione del debito che quelle che addirittura ipotizzano una uscita della grecia dall'euro. "Se la Grecia imponesse unilateralmente perdite ai possessori di titoli di Stato - spiega - i mercati la taglierebbero fuori per molto tempo. Con riflessi molto severi per la nostra economia. Per il sistema bancario le conseguenze sarebbero inimmaginabili. Perciò continuo a sostenere che i costi di una ristrutturazione sarebbero ben più pesanti degli eventuali benefici". Uscire dall'euro, poi, "è impossibile. Anzitutto, perché non esiste il meccanismo per far uscire un paese dall'euro. Ma supponiamo per assurdo che ci fosse. Le conseguenze - conclude il ministro greco delle Finanze - sarebbero catastrofiche: il debito pubblico raddoppierebbe, il potere d'acquisto crollerebbe, le banche collasserebbero e precipiteremmo in una recessione da guerra. Non ha senso politicamente, socialmente, economicamente. Sarebbe un disastro che nessuno vuole davvero, neanche chi si esercita su quest'ipotesi nei paesi nordici".

Red/Rcc

© riproduzione riservata