Siria/ Diplomatici: da Iran uomini e armi per reprimere proteste

Siria/ Diplomatici: da Iran uomini e armi per reprimere proteste Teme di perdere "il suo alleato più importante nel mondo arabo"

Siria/ Diplomatici: da Iran uomini e armi per reprimere proteste
Roma, 9 mag. (TMNews) - L'Iran sta aiutando le autorità siriane a reprimere le proteste contro il regime del Presidente Bashar al Assad. Secondo quanto denunciato da diplomatici occidentali, Teheran sta garantendo alle forze armate e all'intellingence siriane formazione, armi e uomini per non perdere "il suo alleato più importante nel mondo arabo e il tramite per far arrivare le armi a Hezbollah"."Sappiamo per certo - ha detto un diplomatico al quotidiano britannico Times - che stanno garantendo loro addestramento e armi". Le fonti hanno espresso anche il timore che proprio il movimento islamico libanese Hezbollah possa inviare combattenti in Siria per rafforzare il regime: "E' probabile che anche Hezbollah tema che venga meno il suo principale fornitore di armi".Il diplomatico occidentale ha sottolineato come un "consistente" aumento del numero di agenti iraniani inviati in Siria dall'inizio delle proteste, lo scorso marzo, abbia determinato un maggior ricorso a retate casa per casa e ad arresti di massa, simili a quelli avvenuti in Iran durante la "rivoluzione verde" del 2009. Secondo le organizzazioni per i diritti umani, sono oltre 7.000 le persone arrestate dall'inizio delle proteste.Nelle scorse settimane è stata la stessa amministrazioneUsa ad accusare Teheran di assistere Damasco contro le protestedi piazza; accusa smentita sia dall'Iran che dalla Siria. Gli Usa hanno anche imposto sanzioni contro la Guardia rivoluzionaria iraniana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA