Sposini/Medici: condizioni in lento ma progressivo miglioramento

Sposini/Medici: condizioni in lento ma progressivo miglioramento Tac dà buoni risultati ma la prognosi rimane riservata

Sposini/Medici: condizioni in lento ma progressivo miglioramento
Roma, 9 mag. (TMNews) - Lamberto Sposini migliora, le sue condizioni sono "in progressivo, ma lento miglioramento", fanno sapere i medici del policlinico Gemelli, dove il giornalista è ricoverato, dopo l'ultima Tac. La prognosi però resta riservata, sottolineano i professori Giulio Maira e Rodolfo Proietti che 10 giorni fa hanno operato Sposini, dopo una grave emorragia cerebrale che lo aveva colpito negli studi Rai di via Teulada a Roma, poco prima di andare in onda con la trasmissione "La vita in diretta"."Sono in progressivo, ma lento miglioramento le condizioni di Lamberto Sposini, come evidenziato dalla Tac cerebrale di controllo eseguita questa mattina", sottolinea l'ultimo bollettino medico dei professori Giulio Maira e Rodolfo Proietti, che coordinano lo staff medico del Gemelli, che assiste il giornalista, aggiungendo: "Sposini necessita ancora di assistenza intensivistica, che sta dando buoni risultati".Il giornalista è ricoverato da venerdì 30 aprile nel reparto di terapia intensiva del Policlinico universitario A. Gemelli, dove era stato portato in codice rosso "per una grave emorragia cerebrale, che aveva causato un esteso ematoma rimosso grazie a un intervento neurochirurgico", ricordano i medici, che concludono: "La prognosi rimane riservata".

© RIPRODUZIONE RISERVATA