Elezioni/ Affluenza in calo dell'1% nella prima mattina di voto

Elezioni/ Affluenza in calo dell'1% nella prima mattina di voto In Comuni alle 12 ferma a 13,3%,in Province 9,3%.Crolla a Bologna

Elezioni/ Affluenza in calo dell'1% nella prima mattina di voto
Roma, 15 mag. (TMNews) - Affluenza alle urne in calo tendenziale di un punto percentuale alle elezioni amministrative, nella prima mattinata della due giorni elettorale in quasi 1200 Comuni e 11 Province.Il rilevamento definitivo del Viminale sugli elettori andati al voto fra le 7 e le 12 ha fissato l'affluenza alle urne alle Comunali al 13,3% degli aventi diritto, contro il 14,6% alla stessa ora del primo giorno di voto negli stessi Comuni nelle precedenti elezioni comunali. Mentre l'affluenza alle 12 alòè stata del 9,3% contro il 10,9% delle precedenti provinciali.Fra i dati più eclatanti del calo di affluenza, c'è sicuramente quello di Bologna, tornata alle urne per eleggere il sindaco dopo un lunghissimo commissariamento succcessivo alle dimissioni di Del Bono a seguito dell'inchiesta-scandalo che lo ha coinvolto dopo pochi mesi di successione a Sergio Cofferati: solo il 13,8% gli elettori si è recato stamani alle urne, contro il 28,4% alla stessa ora dello stesso primo giorno dell'anno in cui si votò per Del Bono. Quanto alle altre tre città il cui voto amministrativo rappresenta un test politicosignificativo dal valore nazionale, a Milano ha votato il 12,1% contro l'11,4% delle precedenti comunali. A Torino invece il 12,8% contro il 12,1% . A Napoli, infine, il 12,1% contro il 13,1%.Quasi tutti i candidati che si sfidano in queste quattro città campione, sono andati a votare nella mattinata. Come loro, per la supersfida milanese Moratti-Pisapia, è andato questa mattina nella sezione meneghina n. 502 della scuola Dante Alighieri anche il Premier Silvio Berlusconi che si è intrattenuto tre quarti d'ora al seggio. "E' impensabile che Milano - ha detto il Premier- non sia governata da noi. Noi siamo i soli a guardare il futuro, gli altri invece guardano solo al passato".Gli elettori complessivamente chiamati ai seggi fra oggi e domani nei poco meno di 1200 Comuni sono complessivamente 10.145.486: 5.274.183 le donne, 4.871.303 gli uomini. Nelle 11 Province invece gli elettori sono 3.320.146: 1.718.238 le donne, 1.601.908 gli uomini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA