Domenica 29 Maggio 2011

Siria/ Giornata di scontri nella regione di Homs, morti 7 civili

Nicosia, 29 mag. (TMNews) - E' salito a sette il numero dei civili uccisi oggi dalle forze di sicurezza siriane in due città nei pressi di Homs, nel centro della Siria, secondo quanto ha detto un attivista dei diritti dell'Uomo che ha parlato in condizione di anonimato. Tra le vittime c'è anche una bambina. "Altri due civili sono stati uccisi a Talbisseh e in un villaggio vicino, portando a sette il numero dei morti" in questa regione, ha detto l'attivista. In precedenza aveva riferito di cinque civili uccisi, due a Rastan e tre a Talbisseh, dai colpi sparati dalle forze di sicurezza, che insieme all'esercito hanno accerchiato dall'alba le due città. Tra le persone uccise a Rastan c'è anche "una bambina", ha aggiunto. "Oltre cento feriti sono stati trasportati negli ospedali nazionale e militare di Homs", terza città della Siria, situata a 160 km a nord di Damasco. Il capo dell'Osservatorio siriano dei diritti dell'Uomo, Rami Abdel-Rahmane, raggiunto per telefono a Londra, ha detto a sua volta che "delle perquisizioni sono cominciate" a Talbisseh, teatro venerdì sera di una grande manifestazione contro il regime del presidente Bashar al Assad. I media stranieri sono impossibilitati a condurre delle verifiche independenti a causa delle restrizioni imposte dal regime. (fonte Afp)

Plg

© riproduzione riservata