Mercoledì 01 Giugno 2011

Batterio killer/ Ue:"Crisi grave,non sarà facile trovare causa"

Roma, 1 giu. (TMNews) - L'Unione europea è di fronte a "una crisi grave" e si deve fare tutto il possibile per identificare l'origine del "batterio killer" E.Coli 0104, che ha già provocato 16 morti di cui 15 in Germania. Lo ha dichiarato oggi il commissario Ue alla Salute John Dalli. "Siamo di fronte a una crisi grave e bisogna identificare rapidamente la causa" ha ammesso durante un punto stampa a Bruxelles. Dalli ha ammesso che questa identificazione "non sarà facile", dopo che la pista iniziale dei cetrioli spagnoli è stata scartata: "Non è più una questione di rintracciabilità: bisogna chiedere alla gente cosa ha mangiato", ha detto. Il problema principale è che il periodo di incubazione della malattia è di una decina di giorni, secondo gli esperti della commissione. Negli Stati Uniti, che hanno vissuto una crisi simile, ci sono voluti mesi per identificare l'origine dell'epidemia, dei peperoncini. Il responsabile Ue ha insistito sulla necessità di "applicare quotidianamente le regole igieniche" e ha difeso il sistema di allerta rapido Ue, criticato per aver provocato il crollo delle esportazioni agricole spagnole. Dalli ha però precisato di aver deciso di mantenere in vigore l'allerta, in attesa dei risultati degli ultimi test condotti in Spagna e Germania, attesi fra stasera e domani. (fonte Afp)

Ape

© riproduzione riservata