Giovedì 09 Giugno 2011

Battisti/ Frattini: Profondo rammarico, chiederemo revisione

Roma, 9 giu. (TMNews) - Il Ministro degli Esteri, Franco Frattini - si legge in una nota della Farnesina - prende atto con profondo rammarico della decisione con la quale, contraddicendo la sua stessa precedente pronuncia, il Supremo Tribunale Federale del Brasile ha oggi convalidato il diniego dell´estradizione in Italia di Cesare Battisti permettendone la scarcerazione. Pur rispettando la decisione del massimo organo giurisdizionale brasiliano, il Ministro Frattini ribadisce il convincimento del Governo italiano, condiviso da tutte le forze politiche e dall'opinione pubblica, in merito alla fondatezza della richiesta di estradizione. "Non posso non rilevare come la decisione odierna del massimo organo giudiziario brasiliano, oltre ad offendere il diritto alla giustizia per le vittime dei crimini di Battisti, appaia contraria agli obblighi sanciti dagli accordi internazionali che legano i due Paesi, peraltro accomunati da profondi e antichi legami di amicizia e consanguineità", aggiunge Frattini. Da parte italiana si intende attivare immediatamente ogni ulteriore possibile meccanismo di tutela giurisdizionale presso le competenti Istituzioni multilaterali, e in particolare presso la Corte Internazionale di Giustizia dell'Aja, per perseguire la revisione di una decisione che non si ritiene coerente con i principi generali del diritto e con gli obblighi previsti dal diritto internazionale.

red-Aqu

© riproduzione riservata