Giovedì 09 Giugno 2011

Aids/ Appello Ban ki-Moon: Debelliamo malattia entro il 2020

Roma, 9 giu. (TMNews) - Ban ki-Moon vuole debellare l'Aids entro il 2020: "Questo è il nostro obiettivo - ha detto il segretario generale dell'Onu - zero nuove infezioni, zero pregiudizi, zero decessi da Aids". Il summit di tre giorni a New York è stato organizzato in occasione del trentesimo anniversario della scoperta del virus dell'Hiv. Secondo le Nazioni Unite nel mondo 34 milioni di persone hanno l'Aids ma circa la metà di loro non sanno neppure di soffrirne. "Oggi ci riuniamo per mettere la parola fine all'Aids" ha affermato Ban in apertura dell'Assemblea generale. "Se vogliamo relegare l'Aids ai libri di storia dobbiamo agire vigorosamente. Questo significa affrontare questioni delicate, incluso l'omosessualità, l'uso di droga, il commercio del sesso". Dal 2001 i casi di nuove infezioni sono diminuiti del 20%, secondo le stime dell'Onu, ma bisogna fare di più, sottolinea il segretario dell'Onu che auspica uno "slancio di solidarietà globale" per garantire entro il 2015 l'accesso universale ai farmaci anti-Aids. Al vertice partecipano una trentina di capi di stato e di governo, riporta la Bbc online. Alcuni leader africani hanno manifestato il "disperato bisogno" di ulteriori fondi per lottare contro la malattia. Oltre 9 milioni di malati non hanno ancora accesso ai farmaci antiretrovirali e circa 1,8 milioni muoiono ogni anni di Aids.

Fcs

© riproduzione riservata