Giovedì 09 Giugno 2011

Referendum/ Appello Bersani: Tutti ai seggi domenica mattina

Roma, 9 giu. (TMNews) - "Io voto alle 10 di domenica mattina; fatelo tutti, contro gli imbrogli del premier". Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani chiede agli elettori del suo partito e ai sostenitori dei referendum di recarsi in massa alle urne fin dalle prime ore della domenica mattina, perchè "è molto importante dare un segno immediato di fiducia nella partecipazione" con l'effetto di "incoraggiare tutti ad andare a votare". L'appello al voto domenica presto di Bersani è frutto della convinzione che avendo il Governo tentato in ogni modo di scoraggiare la presenza alle urne, la battaglia per raggiungere il quorum che in Italia sui referendum viene a mancare da 16 anni, "questa volta ha degli ostacoli in più". L'iniziativa di Bersani a favore del quorum va aggiungersi a quella annunciata ieri da Antonio Di Pietro, pronto a investire Cassazione e Corte Costituzionale qualora a chiusura delle urne lunedì fosse verificato che un eventuale mancato raggiungimento del quorum sia stato determinato da carente partecipazione al voto degli italiani all'estero. Ieri infatti il Governo ha certificato che questi elettori non potranno votare sul nuovo quesito sul nucleare riformulato, non essendoci più tempo per ristampare e rispedire le schede. Senza però dire se questo comporta anche l'abbassamento del quorum rispetto al nucleare. Ma il rebus del voto all'estero investe tutti i quesiti. I Radicali hanno chiesto al Governo di fornire riscontri certi di invio e ricezione dei plichi inviati per il voto all'estero, chiedendo di riproporzionare il quorum, tenendo conto dei moltissimi plichi che tornano alle ambasciate perchè inviati a elettori il cui indirizzo di residenza è sbagliato. (segue)

Tor

© riproduzione riservata