Giovedì 09 Giugno 2011

Fiat/ Angeletti:Fuori da Confindustria?Problema scarso interesse

Roma, 9 giu. (TMNews) - L'uscita della Fiat da Confindustria "è un problema di scarso interesse". Lo ha detto a TMNews il leader della Uil, Luigi Angeletti, sottolineando che "il nostro vero problema, e di tutti, dovrebbe essere quello di sapere se Fiat produce auto, le vende ed assume persone". Secondo Angeletti, i rapporti tra Fiat e Confindustria e i sindacati "sono questioni che interessano i sindacalisti e i dirigenti di Confindustria e non hanno nessuna rilevanza e importanza con gli altri. Neanche cinquanta persone sono interessate alla questione. Fatta questa premessa, penso che la disdetta la daranno. Però non mi sembra un serio problema". La Uil non porrebbe veti al Lingotto nel caso in cui l'uscita da Confindustria e, quindi, dal contratto nazionale dei metalmeccanici, diventasse operativa da 1 gennaio 2012, cioè un anno prima della scadenza dell'accordo sottoscritto dalle categorie, ad eccezione della Fiom, nell'autunno del 2009 su base triennale. "Abbiamo fatto un accordo con la Fiat che migliora il contratto dei metalmeccanici - ha aggiunto Angeletti - l'accordo fatto a Pomigliano è stato preso dal contratto dei metalmeccanici ed è stato migliorato. E prevedeva le deroghe".

Vis

© riproduzione riservata