Sabato 11 Giugno 2011

Roma/ Fiocinata alla gola alla madre, poi chiama la Polizia

Roma, 11 giu. (TMNews) - Fiocinata alla gola alla madre con l'intenzione di ucciderla. Anzi, con la convinzione di averlo fatto. Quindi la telefonata al 113 per autodenunciarsi per omicidio che invece si rivela determinate epr salvare la vita alla donna. E' accaduto a Roma questa notte, nella zona di Tor Carbone, alla periferia del quartiere Eur, nell'appartamento di via Francesco Acri dove da tempo vivono insieme un uomo di 52 anni, affetto da disturbi mentali da tempo in cura psichiatrica e la sua anziana madre di 88 anni. Il figlio è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio, la donna è ricoverata in terapia di urgenza all'ospedale romano Sant'Eugenio ma i sanitari escludono siano in pericolo di vita. Determinante per scongiurare l'esito mortale della tragedia della follia, è sttao il tempestivo intervento degli agenti dei commissari Tor Carbone e Colombo che, ricevuta la telefonata dell'uomo, hanno comunque fatto giungere un'autoambulanza del 118 che, dopo i primi insperati soccorsi alla donna che si credeva di trovare cadavere, ha consentito un rapido trasporto in ospedale e il tamponamento definitivo dell'emorragia in atto.

Cro/Rcc

© riproduzione riservata