Domenica 12 Giugno 2011

Referendum/ Napolitano e leader opposizioni di mattina al seggio

Roma, 12 giu. (TMNews) - Detto, fatto. I leader delle opposizioni sono stati puntuali questa mattina intorno alle 10 ai seggi per votare i 4 referendum: hanno ritirato tutte le schede e le hanno depositate nelle urne . "Io voto alle 10, fallo anche tu", era stato lo slogan del leader del Pd Pierluigi Bersani fatto proprio anche dal Presidente Idv Antonio Di Pietro, per dare un segnale forte di partecipazione akl voto fin dalle prime ore di votazioni. E, come loro, ha annunciato il voto (ma alle 10,15) il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini presso il seggio allestito nella Scuola Principessa Mafalda, in via Lovanio al quartiere Parioli a Roma. Bersani è stato puntualissimo, alle 10 si è presentato in maniche di camicia alla sezione n.37 interna alla scuola Renzo Pezzani di Piacenza, in via Emmanueli 30. Ha trovato una piccola coda per votare, che lo ha messo di buon umore. E poi, venuto il suo turno, ha ritirato e deposto nelle urne tutte e cinque le schede ricevute: le 4 su nucleare, acqua, giustizia e quella del referendum piacentino sulla trasformazione in parco pubblico di un'area militare. Praticamente in contemporanea, ma nella scuola elementare di Curno, in provincia di Bergamo, ha votato un sorridentissimo Antonio Di Pietro: per lui anche giacca sopra la camicia, ma niente cravatta. Una mezz'ora più tardi dei leader delle opposizioni, invece, si è presentato accompagnato dalla sola scorta al proprio seggio romano di via Pansiperna, sezione 833, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Anche lui ha ritirato tutte le schede ed ha votato per tutti i referendum. Nessuna dichiarazione, ma solo una risposta ad una signora che davanti al seggio si interrogava sull'assenza della signora Clio. "Aveva stamani una leggera indisposizione ma - ha assicurato il Capo dello Stato- verrà anche lei: più tardi o nel pomeriggio". A votare già questa mattina sono andati diversi fra i big delle opposizioni. Come loro , molti dei neosindaci del centrosinistra. Fra i primi, Pierro Fassino a Torino e Luigi De Magistris a Napoli. Mentre non hanno ancora fatto sapere quando voteranno le altre alte cariche che hanno assicurato la partecipazione al voto: i Presidenti di Senato e Camera Renato Schifani e Gianfranco Fini, il Presidente della Consulta Alfonso Quaranta, il Vicepresidente del Csm Michele Vietti.

Tor

© riproduzione riservata