Venerdì 17 Giugno 2011

Francia/ E.coli, sette bimbi ancora ricoverati, uno resta grave

Lille, 17 giu. (TMNews) - Sette bambini sono ancora ricoverati a Lille, uno dei quali in uno stato definito "grave", in seguito a un'intossicazione causata da un raro tipo di batterio E.coli, contratto probabilmente dopo avere mangiato degli hamburger acquistati alla catena di discount Lidl. "La situazione resta stabile", ha affermato un resposnabile dell'agenzia regionale della sanità francese (Ars, Agence régionale de santé), indicando che non sono stati segnalati nuovi casi e che i dottori, che devono visitare i piccoli pazienti, si pronunceranno in mattinata sulla terapia da adottare. Sei bambini del nord della Francia - originari di Douai, Valenciennes, Dunkerque e Maubeuge - di età compresa trai 20 mesi e gli 8 anni, e un settimo bambino di 4 anni proveniente dall'Oise, si trovano in ospedale a Lille. Uno di loro è in stato "grave", ma non è in pericolo di vita. Ieri il dottore Michel Foulard, primario del reparto di nefro-pediatria dell'ospedale universitario di Lille (Chu), aveva indicato in conferenza stampa che il "pronostico vitale" del bambino era "compromesso". Oggi l'Ars ha sottolineato che il pronostico vitale "non è compromesso". Di fatto questo bambino resta "sotto osservazione nel reparto di rianimazione" dell'ospedale, secondo l'Ars. "Il suo stato di salute è stabile", ha precisato la stessa fonte. I bambini hanno consumato gli hamburger "Steak Country", prodotti dall'azienda francese Seb con carne proveniente da Germania, Belgio e Paesi Bassi. L'infezione, secondo le autorità, non ha a che fare con l'epidemia di E.coli che in Germania ha già provocato ben 37 morti. (fonte Afp)

Cuc

© riproduzione riservata