Venerdì 17 Giugno 2011

Grecia/ Borsa +2,8%,Francia e Germania vogliono soluzione rapida

Roma, 17 giu. (TMNews) - La Borsa di Atene accelera i recuperi dopo che Germania e Francia hanno affermato la volontà comune di trovare una "soluzione rapida" della crisi di bilancio della Grecia, durante una bilaterale a Berlino tra la cancelliera Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy. "Abbiamo bisogno di una soluzione spedita", ha convenuto la cancelliera che ha usato toni apparentemente più morbidi sulla vicenda. Finora uno dei problemi in ballo era l'apparente incapacità dei paesi dell'area euro a mettersi d'accordo su ulteriori aiuti alla grecia in merito al controverso aspetto, sostenuto da berlino, di una eventuale partecipazione degli investitori privati a questi sforzi. Proprio su questo la Merkel sembra aver ammorbidito i toni: "Vogliamo che il settore privato partecipi su base volontaria. Non vi è alcuna base legale - ha insistito - per una partecipazione obbligatoria". La Borsa di Atene cerca di tirare il fiato, e mette a segno un rialzo del 2,80 per cento dopo due sedute consecutive di pesanti ribassi, mentre il premier George Papandreou ha annunciato un atteso rimpasto di governo, un cambio di squadra con cui l'esecutivo socialista spera di cavarsi fuori dalle sabbie mobili di una possibile crisi politica. Il cambiamento più rilevante riguarda il ruolo chiave di ministro delle Finanze, come previsto è stato silurato George Papaconstantinou, che pure godeva di stima e rispetto presso i suoi colleghi dell'area euro, ed è stato sostituito con il titolare della Difesa, Evangelos Venizelos. In recupero anche l'euro, che si riporta al di sopra di 1,4278 dollari. (con fonte Afp)

Voz

© riproduzione riservata