Lunedì 20 Giugno 2011

Usa/ Michelle Obama in Africa,per sostenere giovani e istruzione

Roma, 20 giu. (TMNews) - La first lady Michelle Obama inizia oggi un viaggio di sei giorni nell'Africa australe, con l'intento di sostenere le politiche Usa a favore dei "giovani, dell'istruzione, della salute e del benessere". Michelle è accompagnata dalle due figlie, Sasha e Malia, e dalla madre Marian Robinson. Stando a quanto annunciato dalla Casa Bianca, Michelle farà tappa in Sudafrica, dove sarà a Pretoria, Johannesburg e Città del Capo, quindi raggiungerà il Botswana. "Il viaggio rappresenta una nuova tappa dell'impegno della signora Obama a favore dei giovani, in particolare delle ragazze e delle giovani donne, sia in America che all'estero", ha precisato la Casa Bianca, citata oggi dalla Cnn. Michelle arriverà oggi a Pretoria, dove ha in programma un incontro con il Presidente sudafricano Jacob Zuma. A Johannesburg visiterà il museo sull'apartheid, accompagnata dalla moglie di Nelson Mandela, Graca Machel. La first lady visiterà anche Robben Island, dove Mandela trascorse 18 dei 27 anni di prigionia per la sua lotta al regime segregazionista dell'apartheid. Il programma di viaggio diffuso dalla Casa Bianca non prevede alcun incontro con il 92enne ex Presidente sudafricano e Premio Nobel per la Pace. "Sarebbe ovviamente onorata di incontrare il presidente Mandela, questo dipende dalla sua possibilità di ricevere visitatori", ha spiegato il consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Obama, Ben Rhodes. E' già stato fissato, invece, l'incontro con l'arcivescovo Desmond Tutu, premio Nobel per la pace nel 1984. Dal 24 al 26 giugno la first lady sarà invece in Botswana, Paese di cui la Casa Bianca apprezza "la stabilità democratica". "È importante sottolineare che questo viaggio è strettamente legato all'agenda del Presidente per l'Africa e alla politica estera dell'amministrazione Obama in Africa", ha sottolineato Rhodes. Il Presidente Obama si è recato finora una sola volta in Africa: nel luglio del 2009 in Ghana. (con fonte Afp)

Sim

© riproduzione riservata