Lunedì 20 Giugno 2011

Crisi/ Juncker: Italia non è in pericolo, non l'ho mai detto

Lussemburgo, 20 giu. (TMNews) - "L'Italia non è in pericolo" a causa di un possibile contagio della crisi finanziaria greca. Lo ha detto oggi a Lussemburgo il presidente dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker, parlando a margine della conferenza stampa finale della riunione dei ministri finanziari dell'Eurozona. Secondo alcune intepretazioni di stampa, il rischio di contagio per l'Italia e per il Belgio era stato evocato in un'intervista rilasciata sabato da Juncker. Durante la riunione dell'Eurogruppo, ha riferito Juncker, "non abbiamo evocato la situazione italiana; il ministro Tremonti ha letto benissimo ciò che ho detto" nell'intervista pubblicata sabato. "Non ho mai detto - ha puntualizzato il premier lussemburghese - che domani l'Italia o il Belgio debbano tremare, l'Italia non è in pericolo; volevo solo mettere in guardia - ha concluso - contro azioni imprudenti (il riferimento era all'idea di un coinvolgimento forzoso dei creditori privati nella risoluzione della crisi greca, ndr) che potrebbero provocare la reazione irrazionale dei mercati".

Loc

© riproduzione riservata