Venerdì 24 Giugno 2011

Iran/ Arrestato uno degli alleati più stretti di Ahmadinejad

Roma, 24 giu. (TMNews) - Mohammad Sharif Malekzadeh, uno degli alleati più stretti del presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, è stato arrestato in Iran con l'accusa di corruzione. Lo riporta il sito web della Bbc, sottolineando che si tratta di un ulteriore esempio di come la guida suprema iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei, stia usando i suoi vasti poteri per contenere il presidente Ahmadinejad, che spesso ha sfidato la sua autorità. Malekzadeh ha rapporti stretti con il capo dello staff del presidente iraniano, Esfandiar Rahim Mashaie, accusato dai circoli vicini a Khamenei di essere esponente di una "corrente deviata" che si oppone all'ala religiosa del regime. Diverse persone legate al presidente Ahmadinejad sono state rimosse o arrestate negli ultimi mesi. Recentemente il rappresentante di Khameinei presso i guardiani della rivoluzione Ali Saidi aveva denunciato l'esistenza di "elementi corrotti" nell'entourage del presidente, sollecitando Ahmadinejad a "tornare sulla retta via". "Sfortunatamente, il governo attuale (...) è afflitto da un grande flagello che è la presenza di elementi infiltrati corrotti", aveva detto alla fine di maggio Saidi.

Plg

© riproduzione riservata